Giovedì, 01 gennaio 1970 01:00:00 Visto: 2158
Intervista alla giovane attrice di "Maschi contro femmine" Chiara Francini
Chiara Francini intervistata da Direttanews

Siamo onorati oggi di avere con noi a DirettaNews, in esclusiva, Chiara Francini.
La giovane attrice ha riscosso ultimamente molto successo con ‘Maschi contro Femmine‘ e sarà da venerdì di nuovo al cinema con ‘C’è chi dice no’ di Giambattista Avellino.
L’abbiamo incontrata a margine dell’anteprima del film al The Space Moderno in Piazza Esedra a Roma e ci ha rilasciato, gentilmente, un’intervista.
Dopo tanta esperienza in teatro, ha avuto la possibilità di farsi conoscere anche tra cinema e tv per le sue doti e la spontanea bellezza.
Ora è diventata una delle facce note del nostro spettacolo, e negli ultimi anni l’abbiamo vista spesso sui nostri schermi.
Lasciamo la parola a lei:

Tanto teatro ma anche tanto cinema nella tua carriera, ti senti lanciata verso la strada giusta?

Diciamo che a volte mi sento lanciata e basta!

Cosa si prova a fare parte di un mondo in crisi come quello dello spettacolo italiano?

Mi sento parte solo del mio mondo, bizzarro e personalissimo. I problemi e le
difficolta’ le riscontro ieri come oggi. Bisogna andare avanti con gioia e
caparbieta’.

Si fa ancora cinema di qualità in Italia, quale sono le cose che preferisci?

Noi italiani siamo gente meravigliosa.
Siamo come la Fenice. Risorgiamo sempre. Certo che c’e’ il cinema di qualita’ basta saperlo scorgere.

Se un ragazzo/a di 18 anni venisse da te e ti dicesse: “Chiara voglio fare cinema, recitare come te”, da amica cosa gli consiglieresti? Può fare cinema anche chi non è figlio di nessuno, alla fine il tuo ultimo film si interroga proprio su questo ‘C’è chi dice no’ e molti ragazzi si sentono frustrati davanti a un mondo che sembra fatto solo di raccomandazioni…

Gli o le direi di studiare innanzitutto e di comprendere sinceramente quello che desidera. Poi gli/le direi di provarci e di essere felice, perche’ questo e’ cio’ che conta. Ci vuole l’entusiasmo e la sfrontatezza sana dei bambini. E’ un gioco. Fatto con rigore, ma la cui anima e’ colorata coi pastelli. Le raccomandazioni sono solo disegni scopiazzati.

Matteo Fantozzi

 


Il tuo commento

» Piu Visti | » Piu Votati | » Piu Commentati